“Non andate lì in vacanza”. Allarme su una della mete estive più ambite


L’estate è arrivata e qualcuno è già in ferie mentre qualcun altro si pregusta le vacanze in arrivo. Non vediamo l’ora di andarci a rilassare e a divertire. E questa brutta notizia che abbiamo letto ci ha lasciati basiti. Sul Daily Mail si legge che c’è una località dove è pericoloso andare. Ed è una meta turistica molto amata. Si tratta della Tunisia dove, a seguito degli attentati suicidi nel paese, c’è, “un maggior rischio di attacchi”. Il ministero degli esteri del Regno Unito ha affermato che i terroristi potrebbero con ogni probabilità provare a colpire la Tunisia, anche puntando obiettivi britannici e occidentali.
Ecco perché il ministero si rivolge ai turisti mettendoli in guardia dei pericoli che si corrono in Tunisia. In particolare bisognerebbe prestare particolare attenzione ai voli. Aggiunge inoltre che sui voli da e per il Regno Unito saranno effettuati ulteriori controlli. I britannici sono in stato di allerta in Tunisia da quando 30 cittadini del Regno Unito sono stati uccisi in un massacro nella città turistica di Sousse nel 2015. Continua a leggere dopo la foto







L’allarme sembrava rientrato ma poi, nei giorni scorsi, ci sono state 3 esplosioni in una settimana che si sono verificate proprio nel momento clou della stagione turistica. Lo scorso martedì un militante ricercato si è fatto esplodere nella capitale. L’uomo era stato circondato dagli agenti di polizia. Gli abitanti del posto hanno sentito un forte botto e si sono impauriti. Non ci sono state altre vittime oltre al militante. Continua a leggere dopo la foto




Per quanto riguarda i due attentati del 27 giugno, durante i quali sono morti un agente di polizia e sono rimaste ferite 8 persone, pare che dietro ci fosse Aymen Smiri. Poco dopo l’Isis ha rivendicato la responsabilità delle esplosioni. Ma che rischi si corrono andando in Tunisia? I consigli del Foreign Office hanno spiegato: “Aree affollate, installazioni governative, reti di trasporto, aziende con interessi occidentali e aree in cui cittadini e turisti stranieri sono noti a raccogliere possono essere a più alto rischio di attacco. Le autorità tunisine hanno migliorato la sicurezza nelle località turistiche e le forze dell’ordine sono meglio preparate ad affrontare le minacce terroristiche”. Continua a leggere dopo la foto


 

Ma continuano: “Ma altri attacchi restano probabili, anche in luoghi visitati da stranieri come le località turistiche”. Ecco perché il governo del Regno Unito sconsiglia viaggi in alcune parti della Tunisia, in particolare nelle zone in cui il paese confina con la Libia e l’Algeria. Il Dipartimento di stato americano sconsiglia inoltre ai turisti di evitare di pernottare fuori dalle principali città e località turistiche.

“L’hanno fatto ai bambini”. Campo estivo choc: la brutta notizia dalle vacanze italiane. I piccoli affidati alla parrocchia, poi la denuncia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it